28 Aprile 2021
Enoturismo e futuro del territorio. Quindici aziende vitivinicole in formazione

Prende il via oggi il primo corso di Enoturismo promosso da Coldiretti. Un’iniziativa innovativa quanto straordinaria, che mira a valorizzare le produzioni per arrivare ad incentivare il turismo nel territorio.

“C’è tanto bisogno di iniziative come questa – commenta il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – in quanto il Covid ha fermato il tempo. Siamo rimasti in “naftalina” per un anno, ma la nostra economia e le nostre imprese non possono permettersi di restare ulteriormente al palo. Dobbiamo reagire, con rispetto per chi non c’è più, quindi con grande attenzione, ed osservando scrupolosamente le normative per il contrasto del Covid. Il turismo è la prima voce di entrata in Veneto, quindi non possiamo non sfruttare questa opportunità e puntare sulle nostre produzioni per riattivare un volano rimasto a lungo fermo, ma capace di generare un’incredibile energia positiva”.

Il corso di Enoturismo vede la partecipazione di 15 aziende del settore vitivinicolo della provincia di Vicenza. Si tratta di aziende di eccellenza, che dopo questo difficile anno per il mondo del vino si preparano a reinventarsi, per disegnare nuovi scenari di futuro ed implementare la propria attività con un approccio esperienziale al mondo del vino.

Puntare sulle emozioni, infatti, è l’unica via di scampo per risollevare l’economia ed al contempo ristabilire una positività sociale di cui si avverte grande bisogno. “Grazie alla recente normativa dell’enoturismo – prosegue Cerantola – le cantine hanno la possibilità di far vivere a tutto tondo il mondo del vino, dalle vendemmie alla lavorazione, con degustazioni guidate da abbinare ai prodotti di eccellenza del territorio provinciale e regionale, ma anche e soprattutto di vivere il territorio stesso”.

Il turismo enogastronomico può fungere da collegamento tra il mondo urbano e quello rurale, a garanzia della sostenibilità dei territori. L’enoturismo attiva progetti ed esperienze che possono essere sempre più compatibili con i delicati equilibri ambientali e sociali.

“Il turismo enogastronomico è in grado di creare una dimensione di continuità – conclude Cerantola - all'interno della quale si garantisce uno sviluppo sostenibile dei vari ambiti di azione, attraverso il coinvolgimento delle comunità locali. Un’opportunità per lavorare non solo il turismo di prossimità, ma anche con il mercato estero almeno a livello europeo, che speriamo possa ripartire a breve”.

Il corso ha una durata totale di 50 ore, si compone di una parte relativa alla normativa, agli aspetti fiscali ed igienico-sanitari ed una parte pratico/progettuale, che permetterà ai partecipanti di sviluppare al meglio la proposta aziendale.

5 motivi a costo 0 per aderire a…. RID/SEPA

Campagna Amica

Campagna Amica

Lavora con noi

Invia la tua candidatura per mail cliccando direttamente sull'immagine

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning