25 Marzo 2022
Boom di richieste per il Prosecco. Convegno Coldiretti a Lonigo per il futuro del settore

Grande interesse questa mattina, nella Sala delle Barchesse in Villa Mugna, sede municipale, per il convegno: “Prosecco: prospettive e scelte per il futuro”, organizzato da Coldiretti Vicenza e dal Condifesa TVB, con il patrocinio del Comune di Lonigo, nell’ambito della storica Fiera agricola leonicena, e moderato da Giancarlo Vettorello di Coldiretti Veneto.

Dopo il saluto introduttivo del sindaco di Lonigo, Pier Luigi Giacomello e della vicepresidente di Coldiretti Vicenza, Cristina Zen, che hanno posto l’accento sull’importanza dell’agricoltura, palesata in modo ancor più evidente a seguito della pandemia da Covid-19, non solo sotto il profilo della produzione agroalimentare e vitivinicola, ma anche dal punto di vista dell’indotto, con il turismo in testa.

A confrontarsi sul tema Giuseppe Boato, di Agrifondo mutualistico Veneto e Friuli Venezia Giulia, e Stefano Zanette, presidente del consorzio di Tutela del Prosecco.

“Il tema è di estrema attualità – commenta Claudio Zambon della Consulta vitivinicola provinciale – alla luce dell’annunciato bando che prevederebbe la possibilità, a necessità, di impiegare la glera per la produzione del prosecco. Coldiretti Vicenza non vuole si creino false illusioni, perciò ha promosso l’importante momento di approfondimento, alla luce del fatto che, attualmente, un kg di uva glera viene pagato meno della bianca comune, in condizioni ordinarie. Un kg di glera atta a fare prosecco, invece, da piombo si trasforma in oro, assumendo un valore ben diverso”.

“La pandemia da Covid-19 ha reso necessaria una riflessione ed una rimodulazione delle produzioni, come ha evidenziato, nel corso della mattinata, il presidente Zanette: “lo scorso anno abbiamo prodotto oltre 120 milioni di bottiglie. Un trend di richiesta in forte crescita, che non ci può lasciare indifferenti. L’annunciato provvedimento regionale consentirebbe di effettuare l’estirpo e l’impianto di vigneti presenti in azienda al 31 luglio 2018, aumentando così la produzione di glera da prosecco. Così facendo si riuscirebbe, nel biennio, con circa 6000 ettari, a garantire un aumento del 5% annuo della produzione, che dovrebbe essere sufficiente a soddisfare la richiesta”.

In questo contesto, l’aspetto delle malattie non è trascurabile, per questo Coldiretti Vicenza, nel programmare la mattinata di approfondimento, ha pensato di dare voce anche ad un esperto del settore.

“Abbiamo un’esperienza triennale su un fondo utilizzato da 7000 aziende tra Veneto e Friuli Venezia Giulia – conclude Boato – che nel 2021 ha risarcito danni per 1,2 milioni di euro per malattie sulla vite. Si tratta di uno strumento mutualistico unico in Europa, la cui efficacia dipende anche dal fatto che è fortemente sostenuto a livello pubblico. Il fondo, inoltre, è un veicolo per le buone pratiche agricole, poiché per ricevere gli indennizzi occorre dimostrare che sono state poste in atto tutte le misure atte ad evitare l’insorgere delle malattie. Uno strumento nuovo, quindi, per fornire risposte innovative ad un problema vecchio”.

5 motivi a costo 0 per aderire a…. RID/SEPA

Campagna Amica

Campagna Amica

Lavora con noi

Invia la tua candidatura per mail cliccando direttamente sull'immagine

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning