11 Novembre 2022
Domenica 13 novembre la 72a Giornata del Ringraziamento a Scaldaferro (Vi)

È ormai tutto pronto per la 72a Giornata provinciale del Ringraziamento di Coldiretti Vicenza, che avrà luogo domenica 13 novembre a partire dalle 8.30 al Santuario di Santa Maria Salus Infirmorum a Scaldaferro (Vi). Un luogo intriso di significato e di storia, se si pensa che il Santuario ebbe origine da un piccolo affresco, realizzato sul muro di una stalla, che raffigura la Vergine vestita come un’infermiera celeste con il grembiule che copre il manto da regina (1665). Per questo alcuni l’hanno chiamata con il titolo di “Madonna infermiera”.

Fin dal 1951 la celebrazione della Giornata del Ringraziamento, istituita per iniziativa della Coldiretti e successivamente inserita nel calendario liturgico dalla Conferenza Episcopale Italiana, rappresenta per il mondo agricolo un momento di alto valore identitario.

Oltre cento trattori attenderanno il mondo agricolo nell’area antistante il Santuario di Scaldaferro, dove alle 10 avrà luogo la messa solenne presieduta da S.E. Mons. Beniamino Pizziol, Vescovo di Vicenza. Al termine della celebrazione, come di consueto, si procederà con la benedizione delle macchine agricole, un momento sempre molto atteso dai lavoratori della terra.

“Non possiamo ancora dire di essere usciti dalla pandemia da Covid-19 – commenta il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – ma dobbiamo imparare a convivere con questo virus, entrato con irruenza dalla porta principale delle nostre case e delle nostre imprese, che ha provocato tanta sofferenza, ma che ci ha anche spronati a fare ancora di più, ad individuare delle alternative al lavoro che ogni giorno svolgiamo. Ci ha permesso, pur nella sofferenza e con le perdite che abbiamo subito, di rialzarci ancor più forti di prima. Altre grandi sfide ci attendono ed il mondo agricolo ed allevatoriale sono pronti ad affrontarle a testa alta, con la consapevolezza di avere la grande responsabilità di continuare a produrre il cibo che garantisce la vita di ciascun uomo”.

La sfilata dei mezzi agricoli, che avrà luogo come buona abitudine, rappresenta l’agricoltura che non si ferma, in continuo movimento, pronta a far sentire la propria voce, quando serve anche con il rombo dei trattori di un tempo.

Il tema che i Vescovi italiani hanno scelto per questa Giornata del Ringraziamento pare essere fatto su misura delle priorità e dei valori più attuali che Coldiretti incarna: “Coltiveranno giardini e ne mangeranno il frutto. Custodia del creato, legalità, agromafie”.

“Il ruolo di agricoltori ed allevatori quali custodi del creato, della terra e degli animali – proseguono il presidente Cerantola ed il direttore Ciampoli – la lotta alle agromafie, che si insinuano nel mondo agricolo per riciclare il denaro sporco della malavita e l’ultima minaccia con cui ci troviamo a fare i conti, i prodotti sintetici che le multinazionali vogliono far passare come “cibo”, sono i filoni di impegno su cui Coldiretti sta lottando per difendere cittadini e consumatori di oggi e di domani”.

Come ricordano i Vescovi italiani nel documento elaborato per la Giornata del Ringraziamento: “abbiamo una responsabilità nello stile di vita che adottiamo, anche quando compriamo i prodotti agricoli. Possiamo diventare protagonisti di un’economia giusta o rafforzare strutture di peccato”.

5 motivi a costo 0 per aderire a…. RID/SEPA

Campagna Amica

Campagna Amica

Lavora con noi

Invia la tua candidatura per mail cliccando direttamente sull'immagine

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning